IL COLORE DELLE FECI Cosa ci dice?

Fare l’autoanalisi del colore delle feci può essere una cosa non piacevole, ma è importante per valutare lo stato di salute dell’apparato gastro-intestinale. La colorazione tipica delle feci normali è il marrone che è il colore che dipende da ciò che si mangia e da quanta bile è presente nelle feci.

La bile, liquido di colore verde-giallastro prodotto dal fegato per la digestione e all’assorbimento dei grassi alimentari, subisce trasformazioni chimiche e, quindi, cambiamenti nella colorazione man mano che percorre il tratto intestinale fino al marrone.

Improvvisi cambiamenti nella colorazione possono essere indicativi di un disturbo. Per esempio: feci gialle: possono segnalare una presenza eccessiva di grassi; feci verdi: denotano passaggio rapido del cibo attraverso l’intestino (diarrea), la bile non si scompone e conserva il suo colore verde; feci rosso acceso: indicano probabile sanguinamento nel tratto terminale dell’intestino e/o la presenza di emorroidi; feci bianche: assenza di bile nelle feci; feci nere: indicano possibile sanguinamento nel tratto digerente superiore, a livello dello stomaco.

Ma non solo! Il colore delle feci dipende anche dai cibi che mangiamo. Per esempio: glutine (pane, pasta, biscotti), patate dolci, carote, curcuma, che possono causare feci gialle; verdure a foglia verdi (spinaci, cavoli), coloranti alimentari di colore verde, possono dare feci verdi; barbabietole, gelatine, zuppe di pomodoro, bevande e succhi, mirtilli, peperoni rossi, che possono dare feci rosse; liquirizia, mirtilli, more, che possono dare feci nere.

Inoltre, diversi studi scientifici confermano che le caratteristiche delle feci, compreso il colore, dipendono anche dalla ricchezza e dalla composizione del microbiota intestinale. Un’alterazione dell’equilibrio del #microbiota, oltre a provocare stitichezza, gonfiore e tensione addominale, influenza anche le caratteristiche delle feci attraverso l’alterazione di metaboliti elaborati dai microbi in disequilibrio … ricorda che per mantenere un intestino in buona salute è necessario mangiare in modo sano ed equilibrato, essere attivi, bere a sufficienza, assumere la giusta quantità di fibre ed evacuare regolarmente!!