FARINA DI GRILLO: La nuova frontiera dell’alimentazione?

Sono sicuro ne abbiate sentito parlare e che, nel paese dalla maggiore varietà e qualità di alimenti, vi sia stato impossibile non essere essere almeno scettici!
É ufficiale! A partire da fine di gennaio, in tutta l’Unione europea si possono vendere e comprare prodotti alimentari in cui sia presente la “polvere parzialmente sgrassata di grillo domestico….alias 𝗔𝗰𝗵𝗲𝘁𝗮 𝗱𝗼𝗺𝗲𝘀𝘁𝗶𝗰𝘂𝘀…che va ad aggiungersi alle tarme della farina ed alla locusta migratoria essiccate e utilizzate come farine.

L’intento di questa decisione è introdurre fonti proteiche a basso costo ed a basso impatto ambientale, offrendo un’alternativa a chi vuole ridurre il consumo di carne. La velocità di crescita dei grilli è di molte volte superiore a quella dei grossi mammiferi, ragion per cui il loro impiego nell’alimentazione umana potrebbe costituire una parziale ma efficace soluzione ai problemi di: allevamento intensivo, presenza di farmaci e contaminanti nel prodotto finale, sfruttamento delle risorse terriere e disboscamento a scopo agricolo.

ℹ️La farina di #grillo è fatta con grilli (allevati per il consumo umano secondo standard di sicurezza) liofilizzati, cotti al forno e poi macinati. Ha un sapore gradevole, simile alla nocciolla o più in generale alla frutta secca, e si amalgama con la farina normale (in genere miscelata al 10%) per preparare prodotti da forno, sia dolci che salati. Contiene pochi grassi, ha un’alta concentrazione di proteine (60-70% rispetto alla massa totale) ad alto valore biologico è ricca di sali minerali (calcio, potassio, ferro), di vitamine (come B2, e B12) utili per accrescimento e per prevenire l’anemia…viste le sue carratteristiche è un sostituto della carne che può essere utilizzato come supporto nutrizionale nelle situazioni carenziali…assunta con cautela da chi è allergico ai crostacei, ha un costo ancora molto elvato, circa 75-80 euro per kg di prodotto.

✅Dove possiamo ritrovare questa farina di Acheta domesticus?
Pane, panini, crackers, grissini, miscele secche già pronte per i prodotti da forno, biscotti, pasta secca farcita e non farcita, nelle salse, nei prodotti a base di patate, legumi o altre verdure, nella pizza, nei prodotti sostitutivi della carne, nelle minestre in polvere, negli snacks…insomma l’elenco è lungo, basta solo provare e… buona pagnotta alla cricket flour!

🤔Cosa pensi di fare? Acquisterai o mangerai alimenti che la contengono?