Dieta personalizzata

Una dieta personalizzata è un approccio alimentare progettato su misura per le esigenze individuali di una persona.
Trattasi di stile di vita e non di un semplice elenco di “CIBI SI e CIBI NO”.

Ognuno di noi possiede caratteristiche diverse: metabolismo, preferenze alimentari, condizioni di salute, età, livello atletico e obiettivi personali. L’obiettivo principale di una dieta personalizzata è migliorare lo stato di salute della persona, riducendo gli errori relativi alla stessa quotidianità.

Cambiare atteggiamento verso il cibo, masticare piano, rieducare ai sani valori di un tempo nel rispetto del proprio corpo.

1. EDUCAZIONE ALIMENTARE
E’ la cosa più importante da trasmettere. Ristabilire determinati punti di riferimento che possano aiutare la persona a riprendere le sane abitudini. Comprendere il ruolo dei diversi nutrienti, variare le scelte alimentari, riscoprire ricette facili, veloci e allo stesso tempo sane. Preparazioni salutari e SAZIANTI che contribuiscono ad un miglioramento a lungo termine dello stile di vita.

2. VALUTAZIONE INDIVIDUALE
E’ essenziale CONOSCERE LA PERSONA, scoprirne i segreti e le debolezze. Entrare in empatia con il paziente permetterà di stabilire un reciproco rapporto di fiducia che sarà fondamentale nel proseguo del percorso.

3. OBIETTIVI SPECIFICI
Una dieta personalizzata tiene conto degli obiettivi individuali della persona. Essi possono variare da perdita di peso a guadagno muscolare, gestione del diabete, controllo della pressione sanguigna o altri obiettivi di salute. E’ fondamentale porsi obiettivi SMART e facilmente raggiungibili volta per volta!

4. PREFERENZE ALIMENTARI
Considerare le preferenze alimentari è essenziale per garantire che la persona sia più propensa a seguire la dieta a lungo termine. L’inclusione di cibi graditi migliora la sostenibilità e la compliance. Il tutto deve essere ponderato tenendo conto della eventuale presenza di disturbi/allergie/intolleranze.

5. FLESSIBILITÀ
Una dieta personalizzata dovrebbe essere flessibile per adattarsi a diverse situazioni, come viaggi, eventi sociali e cambiamenti di programma. Adottare un APPROCCIO 80-20 (80% alimentazione sana, 20% di eccezioni alimentare) è sicuramente un’ottima scelta per rendere il tutto SOSTENIBILE.

6. MONITORAGGIO E ADATTAMENTO
È importante monitorare i progressi della persona nel tempo e apportare eventuali modifiche necessarie in base ai cambiamenti nelle esigenze o negli obiettivi. Una dieta personalizzata non è una soluzione universale, al contrario un approccio mirato che tiene conto delle singole peculiarità della Persona.

Scardinare tutti i pensieri e le convinzioni errare che possono essere presenti, riabituarla a mangiare a COLAZIONE, introdurre nuovi metodi di cottura, consumare più proteine, aiutarla ad eliminare il senso di FAME (che è spesso erroneamente considerato come un fattore necessario per dimagrire), riavvicinarla ad uno stile di vita più attivo, modificando determinate abitudini quotidiane che la inducono a muoversi sempre meno.

Tutto questo riassume il lavoro che deve fare un professionista della salute, altro che dieta!
Il mio lavoro è una MISSIONE che ha come obiettivo il REMISE EN FORME della persona.